Connect with us

Juventus News

Rinnovo Bremer, la Juventus lavora per la firma entro Natale: la situazione

Published

on

La Juventus è alle prese con i rinnovi di contratto, dopo Gatti, Locatelli e Fagioli si lavora per chiudere con Bremer.

Gleison Bremer si è preso la Juventus un po’ per volta. Il difensore brasiliano era arrivato a Torino nell’estate del 2022 per sostituire il partente de Ligt. 41 milioni di euro più bonus la cifra pagata dal club bianconero per strapparlo ai cugini del Torino. Una cifra che almeno all’inizio aveva lasciato i molti perplessi, viste anche le difficoltà iniziali. Con il passare delle gare però il centrale ha dimostrato le proprie qualità ed ora si è preso il ruolo di punto di riferimento sia in campo che fuori, oltre a quello di pilastro difensivo negli schemi di Massimiliano Allegri.

Tuttavia la Juventus ha bisogno di ristrutturarsi finaziariamente e ciò verrà realizzato sia sul mercato, come già dimostrato in estate quando la Vecchia Signora ha ceduto tanto ed acquistato il solo Weah, sia con un’operazioni rinnovi già partita con i prolungamenti di Manuel Locatelli, Nicolò Fagioli e Federico Gatti. Una decisione che la società ha preso per poter abbassare gli ingaggi più onerosi spalmandoli su più anni.

Bremer

Bremer (ANSA) – Jmania.it

Rinnovo Bremer, filtra ottimismo per la firma

Quella per il rinnovo contrattuale del difensore Gleison Bremer non è stata una trattativa semplice per la Juventus. Il club inizialmente aveva proposto una sostanziosa riduzione dell’ingaggio del brasiliano, che sarebbe dovuto passare dagli 8 milioni del contratto attuale ai 6 milioni compresi i bonus del nuovo contratto. Una proposta che sulle prime non aveva riscontrato una risposta positiva da parte del giocatore e del suo entourage.

Tuttavia, le negoziazioni sono, stanno, proseguendo e in casa Juventus, come riportato da La Gazzetta dello Sport, filtra ottimismo sul riuscire a trovare un accordo in tempo per Natale. Entro quella data infatti il club bianconero spera di poter completare il rinnovamento del proprio blocco difensivo, dove l’unico a mancare all’appello è proprio Bremer.