Connect with us

Calciomercato Juventus

Juventus, Chiesa deve decidere: o rinnova o parte in estate

Published

on

Rinnovo o addio. Federico Chiesa è chiamato a compiere una scelta entro la fine della stagione. Il contratto in scadenza a giugno 2025 minaccia la Juventus e il club bianconero non ha intenzione di perdere il classe ’97 a zero.

Il futuro di Federico Chiesa è ancora indefinito. Il suo contratto scade a giugno 2025 e le sue intenzioni – non si sa ancora se resterà o cambierà aria – non sono ancora note alla dirigenza bianconera. La situazione di stallo preoccupa la Juventus, che deve compiere una scelta cruciale per evitare di perdere a zero uno dei suoi talenti più cristallini.

Un accordo o si finisce sul mercato. Le strade che Federico potrà percorrere sono due. Un destino ben definito dalla Vecchia Signora che non lascia scelta al classe ’97: deve prendere una decisione e lo deve fare entro la fine di questa stagione. Infatti, secondo quanto riportato da direttacalciomercato.com, se l’ex Fiorentina non troverà un accordo per rinnovare con il club di Torino finirà sul mercato. L’errore commesso con Dybala può accadere solo una volta, ripeterlo anche con Chiesa non solo darebbe l’idea di una dirigenza “debole”, ma sarebbe l’ennesimo regalo folle fatto ad altre società o addirittura dirette rivali, se consideriamo il peggio.

chiesa

(Photo by Getty Images)

Cosa fare con l’incognita Chiesa?

Chiesa è un’incognita, o meglio il suo talento e la sua determinazione sono indiscutibili, ma sono i costanti e sempre ricorrenti infortuni a renderlo tale. La rottura del crociato ci ha privato della sua migliore versione, e nonostante sia tornato a collezionare gol e assist con più continuità, il Federico pre infortunio non si è ancora visto del tutto. Questione mentale, forse. Per recuperare a pieno da uno stop così grave la testa deve andare a pari passo con il fisico, e questa sembra condizionare ancora il 26enne. Quante volte nel corso della stagione abbiamo sentito Allegri dichiarare: “Federico ha sentito un fastidio. Non era sereno e tranquillo, quindi lo lasciamo a casa”. Prevenire è meglio che curare, non ci sono dubbi, ma avere una Ferrari e non poter sfruttare tutti i suoi cavalli deve far pensare a come risolvere il problema.

Di soluzioni non ce ne sono molte e sono sempre le solite. Aspettare e avere fiducia. La Juventus non ha mai dubitato di Chiesa e gli ha concesso tutto il tempo necessario per tornare nel momento più opportuno. Ora, però, il tempo sta per finire e lasciarsi condizionare da un sentimento sarebbe controproducente. Arrivato dalla Fiorentina per 40 milioni più 10 di bonus, Federico Chiesa è chiamato a prendere una decisione. Un rinnovo a cifre più alte è praticamente impossibile, e trasformare la trattativa in un braccio di ferro sarebbe una delusione più per i tifosi che per la società. La Juventus chiede chiarezza, anche perché dietro i giovani scalpitano.