Connect with us

Juventus News

“Lo devo cacciare…”: allarme Juventus, scoppia il caso in queste ore | Allegri non commenta

Published

on

Una recente sfida tra il Bologna e la Juventus/ fonte LaPresse- jmania.it

Annuncio incredibile su un calciatore bianconero, che sta scatenando la bufera dalle parti della Continassa.

La stagione della Juventus prosegue meglio del previsto. I bianconeri, nonostante in estate non sia stato fatto quasi alcun innesto e le numerose assenze che stanno colpendo la squadra, sono li, in lotta per il titolo contro ogni pronostico.

Dalle parti della Continassa c’è la consapevolezza di poter fare qualcosa di importante, e anche per questa ragione si lavora in modo molto sereno e piacevole. Sia i calciatori che l’allenatore credono nella chance di poter conquistare il tricolore, e con loro tutti i tifosi.

La serenità dell’ambiente juventino però è stata scalfita recentemente da un annuncio a sorpresa. Un giocatore bianconero infatti sembra essere stato addirittura cacciato, facendo scoppiare un caso clamoroso.

Dichiarazioni da non credere sul giocatore

Nelle scorse ore Eusebio Di Francesco, allenatore del Frosinone, è intervenuto ai microfoni di Radio Serie A. Oltre che del gran cammino che a sorpresa sta facendo la squadra ciociara, il tecnico ha parlato anche di Matias Soulé.

L’allenatore sta elogiando il gran percorso che sta facendo il giovane talento argentino, ma gli ha anche tirato le orecchie in quanto non sa gestire ancora bene le energie, tanto che a volte è costretto a cacciarlo dal campo per il troppo lavoro che fa, anche in allenamento.

Matias Soulé ed Eusebio Di Francesco/ fonte LaPresse- jmania.it

Le parole di Di Francesco

”Soulé sta facendo il percorso che magari avrebbe potuto fare un anno prima, ha potenzialità psicologiche e umane importanti oltre a quelle tecniche. E’ un ragazzo con una dedizione al lavoro incredibile, lo devo cacciare dal campo, a volte mi fa arrabbiare perché esagera, come con i dribbling. Non sa gestire le energie e si spende troppo anche in allenamento. Nel momento in cui imparerà a distinguere i momenti, a capire meglio i dove, come e quando, potrà diventare un giocatore importante”.

”Inoltre è una spugna che ha voglia di imparare e migliorare. La strada ideale è il percorso che sta facendo Matias, anche perché la Juve sta giocando con un sistema di gioco che non esalterebbe le sue caratteristiche, lui è bravo a giocare centro destra o esterno puro, paradossalmente per le sue caratteristiche fisiche può fare anche la mezzala ma questo vorrebbe dire allontanarlo dalla porta”.