Connect with us

Juventus News

Giuntoli alla Juve? Le quote scudetto e un consiglio dal blog Terrybet News

Published

on

La notizia è nell’aria da giorni: con l’arrivo di Cristiano Giuntoli come nuovo direttore sportivo della Juventus, potrebbe aprirsi una nuova era per il club torinese.

Dopo tre stagioni senza vincere lo scudetto, i tifosi bianconeri si chiedono se Giuntoli potrebbe riuscire a far tornare la Vecchia Signora alla vittoria. Vediamo quali sono le quote per il prossimo scudetto e cosa ci si può aspettare per la prossima stagione.

Giuntoli alla Juve? Le quote scudetto e un consiglio dal blog Terrybet News (Getty Images) - Jmania.it

Giuntoli alla Juve? Le quote scudetto e un consiglio dal blog Terrybet News (Getty Images) – Jmania.it

Chi sarà la favorita per lo scudetto 2023/24?

Dando un’occhiata alle quote dei principali bookmaker, la Juventus non è la favorita numero uno per il titolo nella stagione 2023/24, con quote che mediamente si aggirano tra 4.00 e 5.00. Il Napoli è invece dato come principale candidato al titolo, a quota 3.50 su Terrybet.it, 3.00 su Sisal e 2.75 su Eurobet. A seguire, un po’ staccate, Inter e Milan a quota 4.50 e 5.50.

Queste quote potrebbero subire importanti oscillazioni nel corso del calciomercato estivo, a seconda dei colpi che i vari ds riusciranno a portare a termine.

Come consigliato dai tipster del blog Terrybet News, è importante sottolineare che, come pronostici alternativi alle scommesse di lunga durata quali gli antepost scudetto, è possibile fare giocate giornaliere basate su statistiche che aumentano le probabilità di successo. Ad esempio, alcune strategie comuni sono le scommesse su draw no bet o parziale/finale, le quali si basano sull’analisi delle statistiche di squadra e dei risultati precedenti per individuare le opzioni più interessanti.

Ma chi è Cristiano Giuntoli?

Giuntoli è un noto dirigente sportivo italiano con una lunga esperienza nel calcio. Il suo contributo al Napoli è stato fondamentale per la conquista dello scudetto, dimostrando ancora una volta le sue capacità di costruire squadre altamente competitive. Al culmine del suo mandato, ha contribuito a riportare il titolo a Napoli, interrompendo un digiuno di 33 anni.

Giuntoli è noto per la sua abilità nella gestione delle trattative di mercato e nell’individuazione di talenti, capacità che potrebbero essere cruciali per riportare la Juventus al successo dopo gli ultimi anni piuttosto complicati.

Negli anni ha inoltre sviluppato un sistema basato su “lavoro e sacrificio”, in cui nulla viene lasciato al caso: osserva personalmente sul campo i giocatori più interessanti provenienti dallo scouting dei suoi collaboratori e controlla alimentazione e location dei ritiri dei suoi giocatori.

La carriera da dirigente

Se analizziamo le statistiche delle squadre gestite da Giuntoli, possiamo notare il suo successo nel portare squadre di diverse categorie a risultati importanti.

Esordisce nella stagione 2008/2009 come dirigente/vice allenatore di uno Spezia appena rifondato dopo il fallimento; la parentesi è tuttavia brevissima. Nella stagione successiva approda al Carpi come direttore sportivo e in soli cinque anni, il club carpigiano raggiunge la Serie A partendo dalla Serie D. Tre promozioni in cinque stagioni, frutto di una programmazione oculata e di una squadra competitiva e affiatata. La Serie A è stata una conquista storica per il club, che non aveva mai calcato prima la massima categoria italiana.

Nel 2015 è stato ingaggiato dal Napoli come direttore sportivo, sostituendo Riccardo Bigon. Con gli azzurri ha costruito una squadra competitiva e vincente, capace a più riprese di sfidare la Juventus per lo scudetto (ben 3 secondi posti e un terzo posto) e di riuscirci nella stagione 2022/23 sotto la guida di Luciano Spalletti. Il Napoli, sotto la sua gestione, ha inoltre conquistato la sua sesta Coppa Italia nel 2019-2020.

Gli ultimi acquisti e i prossimi colpi di mercato

Nel corso della sua esperienza al Napoli, Giuntoli ha dimostrato grande capacità di individuare giocatori di qualità a prezzi contenuti, sia sul mercato italiano che su quello internazionale. Ha portato a Napoli giocatori come Higuain, Osimhen e Kvaratskhelia. Ecco i passaggi in azzurro più interessanti:

  • Higuain, Allan e Hysaj nel 2015
  • Milik e Zielinski nel 2016
  • Rui e Meret nel 2017
  • Fabian Ruiz e Verdi nel 2018
  • Manolas, Lozano e Di Lorenzo nel 2019
  • Osimhen nel 2020
  • Anguissa nel 2021
  • Kvaratskhelia, Kim Min-jae e Raspadori nel 2022

Passando al futuro, molti tifosi bianconeri si chiedono quali potrebbero essere i colpi di mercato che Giuntoli potrebbe realizzare per rinforzare la Juventus. Alcuni possibili obiettivi di mercato per Giuntoli sono il centrocampista Koopmeiners e il difensore Scalvini, entrambi di proprietà dell’Atalanta. Sempre in entrata, si fanno i nomi di Frattesi e Pau Torres; in uscita, invece, i nomi sul taccuino sembrano essere quelli di Cuadrado, Alex Sandro, Rabiot e Di Maria. Tuttavia, molti tifosi sono maggiormente preoccupati dal futuro di Vlahovic, visto che il serbo non può dirsi certamente soddisfatto dell’esperienza finora in maglia bianconera.

Tuttavia, è importante sottolineare che i trasferimenti nel calcio sono soggetti a molte variabili e che nulla può essere confermato fino a quando non vi è l’annuncio ufficiale. Quest’anno, poi, con la situazione costantemente in bilico della Juventus, i possibili ribaltoni sono sempre dietro l’angolo.

Di sicuro, l’obiettivo del nuovo direttore sportivo bianconero sarà quello di riportare la squadra a competere ai vertici del calcio nazionale e internazionale.