Connect with us

Juventus News

Conferenza stampa Allegri: il tecnico parla alla vigilia di Lecce-Juve

Published

on

Conferenza stampa Allegri – Il tecnico bianconero presenta la sfida di domani contro il Lecce, occasione ghiotta per scavalcare l’Inter, impegnata in Supercoppa Italiana, in vetta alla classifica.

Conferenza stampa Allegri: le dichiarazioni alla vigilia del Lecce

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri (Getty Images) – calcioinpillole.commo

ASSENZE – “La squadra sta bene, ha fatto un buon allenamento ieri e oggi in rifinitura. Mancherà Rabiot per un affaticamento al polpaccio e Chiesa per un riacutizzarsi del problema al ginocchio e verrà rivalutato nei prossimi giorni”.

LECCE – “Giocare a Lecce è sempre complicato, vengono sempre partite non belle e sporche. Ha fatto una buona partita sia con l’Inter che con la Lazio. Crea molto e difende bene e soprattutto in casa ha fatto ottimi risultati”.

KEAN – “Ho parlato con Kean per sapere come sta, domani ricomincia a correre. Per quanto riguarda il mercato ci pensa Giuntoli che peraltro ha già parlato”.

GERARCHIA ESTERNI – “Non è scontata la gerarchia sugli esterni. Cambiaso è cresciuto molto, molto forte tecnicamente. Ora è un giocatore importante dopo alcune difficoltà dopo la tournée estiva”.

OBIETTIVO CHAMPIONS – “Dobbiamo solo pensare a vincere con il Lecce non prendendo gol. Mancano ancora tanti punti per arrivare alla quota Champions e quello è il nostro obiettivo”.

VLAHOVIC – “Vlahovic è cresciuto molto, gioca molto più sereno e tranquillo. Sta arrivando verso la completa maturazione”.

GUARDIA E LADRI – “Guardia e ladri? Ha fatto divertire, era una battuta. Metafora di un gioco a cui giocavamo da bambini. Il nostro vero obiettivo è la Champions e lavoriamo per quello. Dobbiamo cercare di vincere, sappiamo che l’Inter sta facendo cose straordinarie. Hanno fatto 51 punti e sono i favoriti. Noi stiamo crescendo, prima facciamo i punti per la Champions poi vediamo. Ma prima pensiamo al Lecce, vincere le partite è complicato è difficile. Va giocata, partiamo dallo 0-0”.

CORSA SCUDETTO – “Tortu può allenarsi con noi. Ci sono cavalli a cui servono i paraocchi e quelli a cui non servono. Non sappiamo ancora quale cavallo siamo. La Juve mi è piaciuta contro il Sassuolo, siamo stati sereni e sicuri. Ripeto, quello fatto fino ad oggi non conta niente, conta quello che sarà domani sera. Il calcio vive su equilibri e la cosa fondamentale sono i risultati. Siamo a metà stagione, dobbiamo centrare la Champions e giocare ad aprile la semifinale di Coppa Italia. Ma dobbiamo fare un passetto alla volta senza farsi prendere dall’euforia”.

ATTACCO – “Domani giocheranno due tra Vlahovic, Milik e Yildiz. Milik sta molto bene ma indipendentemente da chi gioca i cambi restano decisivi”.

RABIOT E CHIESA – “Non abbiamo a disposizione due giocatori ma ce ne sono altri. Rabiot non ha traumi al polpaccio ma è una zona delicata e bisogna essere cauti. Chiesa valuteranno i medici”.

INCHIESTA NAPOLI – “Mazzarri? Non gli do nessun consiglio, già faccio fatica a pensare a me stesso”.