Connect with us

Editoriali

Signora e signore, buona giornata/5 – Quando lo stadio la vince

Published

on

(Di Giacomo Scutiero)\r\nSolo un ottavo di campionato, poco per una pagella.\r\nMeno possesso, più gol. Il pallone in verticale vince sul tiki-taka, specie in casa. E presto la Roma avrà un portiere, non Lobo(n)tomizzato. L’Atalanta è più di una squadra da salvezza: in partita ci resta e bene, ma prima o poi la neopromossa perde.\r\nA tempo di record l’interizzazione di Claudio Ranieri. Per un attimo pensa al remake delle manette di Mou, poi s’accontenta di annotare la premeditazione dell’arbitro e sfiorare Calciopoli che (non) fu. Mazzarri se ne frega, i suoi ne fanno tre: la superiorità napoletana (Rocchi e assistente a parte) è netta quanto l’alibi di Moratti & C. a fine gara.\r\nA Novara un Luna Park. Gli ospitanti vanno, gli ospiti raggiungono. Al Piola sfilano gli ex irriconoscenti, non bastano per il sipario vincente.\r\nGrande rispetto per Parma, ma la Formica è troppo cresciuta per strisciare lì. Un tempo qualche colpo, oggi è giocatore vero, il Genoa spazzato senza problemi.\r\nSe il Bayern lo scarica è un morto che cammina, il pensiero del tifoso medio dopo la firma di Klose. Sbagliava, per fortuna della Lazio; dopo Lisbona il Profeta non è più in letargo. I viola fanno tanto rumore ma nulla: Marchetti ci sente benissimo, è Silva ad essere stordito.\r\nCorrono per non precipitare Cagliari e Lecce. Sulla carta. Poi noti che i sardi hanno zero difficoltà a mangiare gli ospiti: la differenza tra chi vivrà in tranquillità e chi patirà lo spauracchio della B.\r\nIl telecronista Sky prevede Benatia pericoloso da angolo, il difensore lo ascolta. Di Natale, che noia, spenge il Bologna e mette Bisoli all’angolo del giudizio.\r\nSe la creatura di chi Mangia è questa, difficile che Zamparini torni anaconda. Migliaccio è ormai difensore, ma non perde il vizio di testa. Sannino torna allenatore di calcio, dopo una settimana da Sacchi.\r\nMilan al guinzaglio per tutta la sfida, impari per tecnica e fisico. Assurdo uno zero a zero, ma quasi accade.\r\nPoi il flipper razionale Marchisio-Vidal-Marchisio-Vucinic-Marchisio, Thiago e gli altri in tilt. Il Principino non lo ammetterà mai, ma i gol sono a metà col catino. La cima resta bianconera.\r\nSi riposa, per modo di dire, in nazionale. Il derby di Roma è già iniziato.