Connect with us

Serie A

Serie A, clamorosa ultima ora: fine del prestito e ritorno a casa | La storia d’amore è durata 3 mesi

Published

on

Romelu Lukaku (cx) dell’Inter in azione contro Leonardo Bonucci e Gianluca Frabotta durante la partita di Serie A contro la Juventus. 17 gennaio 2021 (© AnsaFoto)

Arrivato per specifica richiesta dell’allenatore, ha trovato pochissimo spazio: prestito interrotto già a gennaio.

Mancano meno di due settimane alla fine del 2023, questo vuol dire che il campionato di Serie A è vicino al giro di boa. La classifica si sta delineando e, a questo punto, le squadre sono ciò che hanno dimostrato di essere in questi sei mesi. Ecco che giunge in soccorso il mercato invernale. I club italiani non hanno enormi risorse, dunque è difficile immaginare mosse che possano sparigliare le carte. Ma ci sono margini di manovra per effettuare aggiusti necessari, che potrebbero risultare comunque decisivi.

L’Inter capolista, ad esempio, ha recentemente scoperto di avere un’emergenza sulla fascia destra. Juan Cuadrado, acquistato in estate a parametro zero, dovrà operarsi al tendine d’Achille: resterà fuori almeno tre mesi. Piero Ausilio, direttore sportivo dei nerazzurri, ha già annunciato che la società correrà ai ripari a gennaio: Tiago Djalò è l’obiettivo preferito.

Il reparto difensivo rappresenterà una priorità per diverse squadre, tra cui Milan e Roma, entrambe in emergenza. Il nome in cima alla lista di Moncada e Furlani è Jakub Kiwior, centrale dell’Arsenal che conosce bene il campionato italiano. Il polacco piace anche ai giallorossi, che però sono bloccati dal FPF e non possono partecipare a eventuali aste: si punterà a un profilo low-cost.

Rientro

La Juventus, dal canto suo, dovrà cercare almeno un rinforzo a centrocampo, in seguito alle vicende che hanno coinvolto Paul Pogba e Nicolò Fagioli. Nonostante l’aumento di capitale di ottobre, non saranno effettuate spese folli, soltanto acquisti che possono rientrare nei nuovi parametri dettati dalla proprietà.

L’unica cosa che appare certa a gennaio è il ritorno alla base di Gianluca Frabotta, la cui avventura a Bari non è andato secondo aspettative, né sue né dei biancorossi. Il terzino, però, non è destinato a restare alla Continassa: troverà immediatamente un’altra collocazione.

Gianluca Frabotta del Bari durante la partita di Serie B contro la Reggiana. 7 ottobre 2023 (© AnsaFoto)

Poco spazio

Considerato uno dei colpi della campagna estiva di Serie B, il Bari ha cercato di rinforzare la batteria degli esterni bassi per tentare nuovamente la conquista alla Serie A.

Frabotta è giunto al San Nicola con la formula del prestito con diritto di riscatto, che ormai appare evidente non avverrà. Il 24enne ha collezionato a malapena 348′ in 15 partite e non vede il campo dalla gara contro l’Ascoli, datata 4 novembre.