Connect with us

Interviste

Salernitana-Juve, Allegri: “Scudetto? Siamo realisti, vogliamo tenere lontano il quinto posto”

Published

on

Massimiliano Allegri ha parlato dopo la vittoria della sua Juve sulla Salernitana per 2-1. Il tecnico ha poco da ridire alla sua squadra stasera, anche se…

Inarrestabile questa Juventus che anche stasera è riuscita a conquistare i 3 punti nonostante la Salernitana si sia dimostrata osso duro all’Arechi. 1-2 il risultato finale, con Vlahovic che ha trovato il gol vittoria solo al 91′ minuto. Ma l’importante era vincere e non perdere di vista la vetta della classifica. Restano due i punti di distacco dall’Inter di Simone Inzaghi. La Juventus sta dimostrando di essere in ottima forma, seppur mantenga l’identità di una squadra certamente non goleador. In Coppa Italia aveva stupito parecchio il 6-1 sempre sui granata. Stasera, però, la squadra di Pippo Inzaghi si è comportata molto meglio e avrebbe forse meritato qualcosa in più. Nonostante l’inferiorità numerica, infatti, la Salernitana non ha mai mollato.

Massimiliano Allegri è per questo fiero dei suoi ragazzi, che hanno battuto una rivale arrabbiata e agguerrita. Il tecnico toscano ha parlato ai microfoni di DAZN nel post- partita. Le sue parole.

L’intervista ad Allegri

Lo Scudetto è un obiettivo?:“Bisogna essere realisti. Abbiamo l’Inter davanti che sta facendo un grande campionato. Per noi vincere oggi era fondamentale per tenere lontano il quinto posto. Noi dobbiamo andare un passetto alla volta. Ora abbiamo la Coppa Italia e noi puntiamo alla semifinale”.

Prestazione: “In questo momento stiamo anche bene fisicamente. Siamo cresciuti nella serenità di gestire le partite. La Salernitana difensivamente ha fatto una grande gara. Stasera nel complesso la partita è stata fatta bene nonostante siamo andati in svantaggio. La cosa che bisogna capire che andare spesso sotto di un gol non va bene. La percezione è che questo in momento quando ci buttano la palla dentro l’area rischiamo di prendere gol. E così non va bene, per questo ci lavoreremo”.

La Juventus va a segno con tanti marcatori: “Ultimamente attacchiamo molto meglio la porta. Questo l’abbiamo migliorato, ma ripeto che siamo peggiorati in fase difensiva”.

Ancora sulla difesa: “I ragazzi stanno lavorando molto bene. Bisogna guardare però sempre quello che è peggiorato. Non è solo il gol, ma ci sono momenti in cui la squarta sembra troppo vulnerabile. E quei momenti li vanno cancellati”.

Vlahovic: “Dobbiamo sfruttarlo ancora meglio perché in fiducia. Ora è molto più pulito tecnicamente. Devo solo continuare a lavorare”.

Si può migliorare l’andamento nella seconda parte di stagione?: “Dobbiamo pensare a goderci questa vittoria, ma la testa è già alla Coppa Italia contro il Frosinone. 46 punti sono tanti e non so se possiamo migliorare il nostro andamento in questa seconda parte di stagione. La prima è stata sicuramente formidabile. Ma non è semplice pensare di fare più di 46 punti in questi sei mesi”.

L’errore arbitrale di Inter-Hellas Verona: “Il Var è una roba soggettiva. L’ho sempre detto. E bisogna accettarlo così com’è. L’importante è non farlo passare per oggettivo. Il tennis lo è, ma non il calcio e il nostro Var. Gli errori fanno parte del gioco”.