Connect with us

Editoriali

Discreti: “Juve, il top player ti serve in difesa”

Published

on

Piazzati in rapida serie gli acquisti a costo zero di Pirlo, Pazienza e Ziegler ai quali si è aggiunto successivamente Lichtsteiner, pagato a caro prezzo nella bottega Lotito che non fa mai saldi, il mercato Juve si era praticamente impuntato sul nome d’attacco da regalare ai tifosi a tutti i costi anche oltre le reali necessità tecnico-tattiche e priorità logiche. \r\nE invece un po’ a sorpresa è arrivato il colpo Vidal, per il quale Marotta merita assolutamente un applauso. E’ forse in assoluto la sua migliore operazione di mercato in rapporto qualità-prezzo da quando è alla Juve.\r\nRitorniamo però al nome per “abbonamenti”, premesso che tra Aguero e Rossi scelgo tutta la vita l’argentino ma che a certe cifre forse non arriverei nemmeno io, quello che mi chiedo è: ma la priorità della Juve è un attaccante?\r\nAssolutamente no.\r\nIl top player serve al centro della difesa. Senza se senza ma.\r\nNon vorranno mica giocare un’altra stagione con la coppia Chiellini-Bonucci? Impresentabile.\r\nCon due terzini, gli svizzeri, bravi più ad attaccare che a difendere e con Pirlo piazzato davanti alla difesa, acquisto che non si discute sotto il profilo qualitativo ma assai invece dal punto di vista della tenuta fisica visto l’ultimo biennio poco rassicurante del bresciano, serve assolutamente un leader difensivo che possa guidare la difesa al meglio, onde evitare clamorose imbarcate come quelle dell’anno passato.\r\nChiellini, da centrale ha dimostrato di esser solo un buono stopper vecchia maniera che se guidato bene da un compagno carismatico può aver un rendimento da campione ma non è di sicuro lui il giocatore ‘alla Montero’ che può esser capace di comandare l’intero reparto difensivo. Men che meno lo è Bonucci, i quali quasi 16 milioni di euro investiti la scorsa stagione per il suo cartellino urlano vendetta.\r\nDue le soluzioni quindi che però non devono prescindere da un acquisto di livello in difesa.\r\nAffiancare a Chiellini il top-player e lasciare la fascia sinistra alla concorrenza tra Ziegler e De Ceglie.\r\nOppure riportare Chiellini sulla fascia sinistra  promuovendo Barzagli titolare.\r\nNomi da suggerire per il Top difensore? Ce ne sono molti in circolazione, più di quelli che si pensa.  Basta mettere il naso al di fuori del campionato italiano che ormai è il 4°-5° per livello qualitativo in Europa,  anche se l’elemento migliore in assoluto forse è finito al Chelsea nello scorso mercato di riparazione: parlo di David Luiz.\r\nNon credo alle voci che vorrebbero adesso il giocatore messo in discussione dall’arrivo di Vilas Boas, anche se come si dice a Roma “magari ce cascano!”.\r\nPagato 25 milioni dai blues, il brasiliano sarebbe il giocatore perfetto su cui ricostruire la competività della difesa bianconera. Costa troppo? Sommate l’acquisto di Bonucci a quello di Motta e vedrete che la somma spesa da Marotta non è poi così tanto lontana da quella sborsata da Abramovich….\r\nImmaginare una difesa Buffon Lichtsteiner Barzagli David Luiz Chiellini forse sarebbe effettivamente troppo per gli standard a cui la Juve post-Calciopoli ha abituato i propri tifosi, ma questo deve far riflettere sul fatto che non basta aver soldi da investire per creare una grande squadra.\r\nEsempio in negativo ne è Moratti che in 10 anni ha speso oltre 1000 miliardi di vecchie lire senza mai vincere niente arrivando ad alzare qualche trofeo solo grazie l’annientamento delle avversarie attraverso Calciopoli.\r\nA rigor di logica poi, dopo il difensore centrale, l’altra priorità juventina dovrebbe esser quella dell’esterno sinistro alto, giocatore assai fondamentale negli schemi di Conte, ovvero quella variabile alternativa che dovrebbe fare la differenza sulla fascia opposta a quella di Krasic.\r\nDa tanto tempo per questo ruolo si fa il nome di Bastos, che non entusiasma.\r\nLo scambio Bonucci-Vargas ipotizzato da Tuttosport in questi giorni potrebbe invece esser un’operazione molto utile a risolvere contemporaneamente 2 problemi della rosa Juventina: evitare l’eccessiva svalutazione di Bonucci ed andare a colmare il buco sulla fascia sinistra di centrocampo, dove Pepe al massimo può esser considerato un buon rincalzo.\r\nA centrocampo, piazzato il colpo Vidal, adesso bisogna vendere bene (non Marchisio però…)\r\nE si arriva infine all’attacco, che in ordine di necessità dovrebbe esser l’ultimo tema in scaletta, piazzando magari un colpo ‘alla Ibra’ a fine mercato quando di giocatori, anche campioni, scontenti che vogliono cambiare aria ce ne sono a bizzeffe. Magari lo stesso Aguero.\r\nL’acquisto di Giuseppe Rossi in tempi stretti invece potrebbe esser comprensibile solo in caso di successiva cessione di Quagliarella alla Roma in cambio di Vucinic, trattativa ancora in piedi nonostante le smentite: ma ne varrebbe davvero la pena?\r\nL’anno scorso Marotta si è giocato il jolly Del Neri, scaricando tutte le colpe del fallimento bianconero sulle spalle del tecnico friulano nonostante anche le sue responsabilità fossero ben evidenti.\r\nCon Antonio Conte invece non potrà farlo e quindi il dirigente bianconero non può proprio più sbagliare.\r\n\r\nDi Stefano Discreti\r\nhttp://stefanodiscreti.blogspot.com