Connect with us

Interviste

Bonucci: “In Champions da evitare il Tottenham. Inter? Pensiamo a noi”

Leonardo Bonucci ha presentato a Torino il suo libro “Il mio amico Leo” e ha poi parlato di Juventus, Champions League e non solo

Published

on

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, ha presentato questa sera a Torino il suo libro “Il mio amico Leo”, realizzato in collaborazione con il giornalista Francesco Ceniti. A margine dell’evento cui ha preso parte anche il presidente Andrea Agnelli, Bonucci ha parlato di alcune tematiche legate all’attualità bianconera, tra cui la qualificazione agli ottavi di Champions League da prima. “Poteva sembrare facile, ma non lo è mai. Abbiamo fatto un buon percorso – sottolinea l’attuale capitano bianconero – e raggiunto un obiettivo intermedio e adesso dobbiamo pensare al campionato”.

Bonucci: “Inter? Non guardiamo le altre”

Ora si attendono i sorteggi, dai quali Bonucci spera non esca come avversario il Tottenham: “Se proprio devo dire una squadra da evitare – ammette – scelgo il Tottenham perché Mourinho in certe partite può dare qualcosa in più. Da qui agli ottavi però potrebbero cambiare molte cose, ma con questo cambio gli Spurs si sono rimessi in corsa, con tutto il rispetto per Pochettino”. Prima di tornare a pensare alla coppa, però, la Juve si deve concentrare sul campionato perché l’Inter di Antonio Conte non molla. “Sapevo che sarebbe tornata ai vertici sia in campionato che in Champions, ma noi siamo concentrati sul nostro cammino e non guardiamo le altre”, insiste il numero 19 della Vecchia Signora.

La verità su Ronaldo e de Ligt

Infine, una battuta su due calciatori della Juventus di cui si parla sempre molto: si parte da Cristiano Ronaldo, che non sembra essere in un buon momento di forma, ma i malumori sono ormai alle spalle. “Cristiano? Abbiamo parlato, l’importante è che quando manca qualcuno al top della forma fisica ci sia qualcun’altro, mi pare che in queste partite ne abbiamo più di uno che sta dimostrando di essere al top. Lui fa parte di un gruppo, essere competitivi fino alla fine alza il livello dell’allenamento e della squadra la domenica, l’obiettivo – insiste – è essere competitivi da marzo in poi”. Chiusura, infine, su De Ligt, che sta crescendo partita dopo partita: “Si vedono i miglioramenti e le doti di un grande giocatore, è umile e diventerà uno dei migliori”, conclude.